Immagine
 mymarketing.it: e tu cosa ne pensi?... di Admin
 
"
Errare è umano, ma per incasinare davvero tutto è necessario un computer.

Arthur Bloch
"
 
\\ : Storico : Prodotti (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Max Da Via' (del 01/01/2006 @ 07:48:32, in Prodotti, linkato 3533 volte)
La telefonia mobile è ormai da anni uno dei settori più dinamici dell’elettronica di consumo, con un elevatissimo tasso di obsolescenza dei prodotti e con i principali operatori che propongono nuovi servizi quasi quotidianamente.

Recentemente le principali novità hanno riguardato la telefonia di terza generazione, con il lancio di apparecchi in grado di gestire videotelefonate, navigare velocemente su internet, vedere programmi televisivi, fungere da navigatore satellitare e da riproduttore di musica con un livello di fedeltà fino a qualche tempo fa inimmaginabile.

Molti produttori di cellulari, per continuare ad avere vendite soddisfacenti in un mercato saturo, dove il tasso di penetrazione in alcune nazioni è vicino al 100%, enfatizzano le possibilità date da questi nuovi apparecchi, che rappresentano dal loro punto di vista un elemento di rottura rispetto a quanto visto finora.

Anche i produttori di contenuti cominciano a mostrare segni d’interesse per queste soluzioni che potrebbero rappresentare, nel prossimo futuro, un importante canale per veicolare contenuti tradizionali ad pubblico sempre più esigente ed in movimento, difficile da raggiungere ma anche e soprattutto da fidelizzare.

In questo panorama di esaltazione tecnologica hanno poco spazio mediatico le voci fuori dal coro, che avanzano alcune riserve sulla reale efficacia di queste nuove tecnologie, il cui clamore sembra a volte più frutto degli sforzi di marketing di molte aziende che dovuto alle reali potenzialità di questi apparecchi.

Alcuni di questi dispositivi infatti sono ancora poco maneggevoli, con autonomia limitata, scarsamente intuitivi e soprattutto deludenti sostituti degli apparecchi che teoricamente dovrebbero mandare in pensione nel giro di breve tempo.

Dichiarazioni controcorrente sono quindi quelle di Ron Garriques, Presidente della divisione portatili di Motorola, che in un intervista di qualche giorno fa al quotidiano finlandese Taloussanomat ha affermato che "I servizi 3G non sono ancora al livello che richiederebbe un trasferimento ad alta velocità di dati", aggiungendo subito dopo che “gli apparecchi 3G hanno ancora della strada da fare per migliorare la loro tecnologia”.

Proprio per questo motivo Motorola prevede un aumento delle proprie vendite di telefonini di nuova generazione nel 2006, ma non si aspetta il boom di questo settore che molti altri, non sempre in buona fede, vedono come imminente.

Ma Garriques ha anche dichiarato che "I chip non sono ancora abbastanza piccoli e non garantiscono ancora un consumo di energia abbastanza contenuto. In più - evidenziando un altro punto critico, ha sostenuto che - la struttura costi nei 3G non è ancora efficiente come negli apparecchi Gsm ed Edge”,

Se da un lato quindi la ricerca procede per offrire dispositivi sempre più completi e multimediali, dall’altro pare ragionevole guardare con obiettività la situazione attuale, riconoscendo le caratteristiche di un mercato in rapida evoluzione e dalle enormi possibilità, ma forse ancora acerbo sotto molti punti di vista, dove la reale funzionalità di molte soluzioni è in parte esaltata dalla lente magnificatrice del marketing, nobile arte della quale, addetti ai lavori compresi, siamo spesso succubi, da bravi consumatori.
 
Di Max Da Via' (del 11/12/2005 @ 08:20:59, in Prodotti, linkato 5280 volte)
Aria di novità in casa Coca Cola, che in questi giorni ha lanciato la nuova Coca Blak, nata dall’unione tra il soft drink più famoso del mondo e vero caffè.

Il target di questa nuova bevanda, che si colloca a metà strada tra una bibita dissetante e un energy drink, è idealmente un pubblico adulto, che possa apprezzare il nuovo aroma di caffè, specie nelle pause dal lavoro nelle quali sente il bisogno di ricaricarsi.

Una particolarità legata a questo nuovo progetto è che il battesimo è avvenuto a Parigi, ed è la prima volta che la Coca Cola presenta un prodotto prima all’estero che in America.

Il lancio parigino sarà supportato da una campagna di marketing e comunicazione che comprende televisione, stampa, cartellonistica e in-store promotion, e sarà esteso nel corso del 2006 al resto d’Europa e agli Stati Uniti.

Prosegue la strategia di differenziazione del gigante di Atlanta, che utilizza il proprio brand di punta per promuovere un nuovo prodotto, idealmente destinato ad un target più maturo e sofisticato rispetto a quello tradizionalmente dissetato con la Coca Cola.

Anche il lancio europeo rappresenta una novità, che potrebbe essere in parte legata ai maggiori consumi di caffè rispetto a quanto avviene in America. Vedremo se questa nuova Coca Cola riuscirà a ritagliare il proprio spazio in un settore tradizionalmente molto affollato dove la competizione tra le varie marche è sempre più accesa.

Del resto i precedenti esperimenti di soft drinks aromatizzati al caffè (tra i quali anche Nescafè Ice) non hanno portato i risultati attesi in termini di vendite e gradimento da parte del grosso pubblico, ma in questo caso l’accoppiata con l’inconfondibile gusto (e brand) della Coca Cola potrebbe creare un maggiore interesse attorno al prodotto e conquistarsi la sua nicchia di mercato.
 
Di Max Da Via' (del 18/11/2005 @ 07:39:34, in Prodotti, linkato 1900 volte)
L’evoluzione tecnologica, unita al forte interesse dei produttori di contenuti multimediali per questo importante canale di comunicazione, porta alla commercializzazione di cellulari sempre più evoluti, in grado di connettersi agevolmente al web, scaricare la posta elettronica, ascoltare musica e ultimamente anche visualizzare film e telefilm.

Lo scotto da pagare per l’utente è duplice: da un lato si trova costretto a cambiare regolarmente terminale, se desidera essere sempre allineato con le ultime tendenze di mercato, mentre dall’altro deve imparare a utilizzare telefonini sempre più complessi e miniaturizzati.

Una fetta tutto sommato consistente del mercato, spesso anagraficamente più matura, si trova talvolta in evidente difficoltà nell’utilizzo di questi computer portatili che richiedono una discreta dimestichezza con la tecnologia. Di conseguenza molte persone finiscono per utilizzare solo una minima parte delle funzionalità offerte, cosa che rende poco conveniente l’acquisto del dispositivi di ultima generazione.

Pensando sicuramente a questa situazione Vodafone Italia la realizzato Simply, un apparecchio semplice da utilizzare e con le funzionalità essenziali, destinato a chi desidera prevalentemente effettuare chiamiate e inviare SMS.

Alla base di questa soluzione sembra ci sia una reale esigenza, individuata tramite una ricerca di mercato che ha coinvolto oltre 15 mila persone in tutta Europa. I risultati di questa indagine parlano chiaro: oltre il 30% degli intervistati si è dichiarato più interessato alla facilità d’uso e al design che alle funzionalità più avanzate se queste complicano eccessivamente l’utilizzo del terminale.

Questo cellulare, frutto della collaborazione con Sagem, è proposto in tre diversi modelli. Presenta un display molto visibile e tre pulsanti dedicati che garantiscono l’accesso alle funzionalità principali dell’apparecchio. Un'altra caratteristica è la presenza di istruzioni particolarmente semplici all’interno dei menù di navigazione, con lo scopo di aiutare l’utente ad orientarsi con maggiore facilità. Il telefono è stato lanciato prima dell’estate i numerose nazioni europee e recentemente anche in Italia, con riscontri positivi in termini di vendite.

Il mercato della telefonia mobile potrebbe quindi evolversi seguendo due strade diverse. In un caso offrendo apparecchi sempre più completi e multimediali per l’utente tecnologicamente più savio, in grado di sfruttarne appieno le potenzialità e disposto a pagare svariate centinaia d’Euro per possedere il gadget più trendy del momento. Nel caso opposto si tratta invece di tornare alla semplicità d’uso e di caratteristiche che caratterizzavano i dispositivi di qualche anno fa che non fungevano da televisione, lettore mp3, navigatore satellitare e macchina fotografica tutto in uno, ma avevano tastiere con i numeri bene in evidenza, schermi generosi e non costavano un capitale.

Anche in una società tecnologica e frenetica come la nostra sembra quindi che possano trovare spazio prodotti semplici che svolgano solo il compito loro richiesto per definizione (ad esempio un telefono che telefoni e basta), rendendo un po’ più semplice la vita di chi, per un motivo o per l’altro, tutta questa tecnologia fatica a digerirla.
 
Di M. Ferrero (del 11/11/2005 @ 19:19:48, in Prodotti, linkato 1835 volte)
Come molti di voi avranno letto la Sony è al centro di mille polemiche per un nuovo sistema di protezione dei cd. Questo è un breve estratto dal Corriere della Sera:

Sony in croce per i cd anticopia. Oltre a far infuriare le associazioni di consumatori - secondo cui la protezione vìola il diritto alla copia personale -, ora anche le società di sicurezza informatica hanno individuato gravi problemi nel software utilizzato per bloccare la duplicazione. (...)

Senza entrare nel vivo della discussione, già affrontata in decine di blog, vi segnalo la nascita in questi ultimi giorni di un blog dedicato specificatamente al boicottaggio della multinazionale giapponese: The Sony Boycott Blog.

A quanto sembra qualcuno non ha perso tempo. Utenti sinceramente delusi o qualcuno che ha preso la palla al balzo?

Una volta risolto lo scandalo che ne sarà di questo blog? Rimarrà una spina nel fianco della Sony?





 
Di Andrea Grilli (del 01/11/2005 @ 11:27:46, in Prodotti, linkato 1890 volte)
Terribile titolo quello del Technology Review che sottolinea un piccolo problema che sta incontrando il nuovo telefono mobile di casa Motorola, il ROKR: non soddisfa il consumatore, o diciamolo senza troppe perafrasi: lo delude.

Significativo il commento del CEO di Motorola, Ed Zander: People were looking for an iPod and that's not what it is. We may have missed the marketing message there.

Il grande problema sembra la quantità di canzoni memorizzabili, massimo 100. La chiave quindi si direbbe proprio l’incomprensione tra consumatore e il produttore. Resta però il fatto che nella scheda tecnica del prodotto erano indicate tutte le caratteristiche (100 compreso) e che bastava poco per capire se era il nostro prodotto oppure no.

Se doveva deludere, doveva farlo per altro, tipo: come si ascolta la musica con il ROKR? Il collegamento con il portatile crea problemi? Senza voler scaricare le problematiche di vendita del prodotto al consumatore, mi sembra che non si sia colto il punto della questione: trattasi di telefono + 100 canzoni formato Ipod… non l’Ipod + funzione telefono.

Comunque l’articolo del Technology Review è qui.
 
Di Max Da Via' (del 29/10/2005 @ 14:05:22, in Prodotti, linkato 1925 volte)
Entro il 2006 TIM lancerà il "supertelefono", un cellulare 2G (GPRS/EDGE) che utilizza il protocollo UMA per dirottare le chiamate in uscita su rete Wi-Fi,offrendo all'utente un unico apparecchio che fungerà da telefono casalingo e cellulare.

All'interno della casa infatti sfrutterà la rete Wi-Fi domestica, come un cordless, mentre all'esterno funnzionerà come un normale cellulare, utilizzando le reti Gsm, Gprs ed Edge. Un ulteriore motivo di interesse è che sarà possibile utilizzare la rete internet di casa per sfruttare le chiamate VoIP.

Altra novità è che da dicembre 2005 i videotelefoni di rete fissa Telecom potranno chiamare i videocellulari Umts di Tim e viceversa. Le videochiamate dal fisso potranno essere fatte grazie al famoso videotelefono, all'epoca accolto freddamente dal mercato.

A questo proposito Telecom e TIM hanno già preparato dei pacchetti in promozione dai costi contenuti (ovvero a partire da 199 euro) contenenti un videotelefono ed un telefonino UMTS.

Questo nuovo supertelefono potrebbe segnare una svolta nel mondo delle telecomunicazioni mobile, risolvendo il dilemma di molti che non sanno se abbandonare definitivamente lo scomodo e costoso fisso per il cellulare.

Presenta infatti i vantaggi di entrambi: con un solo apparecchio e un unico numero è infatti possibile utilizzare la tariffa del fisso quando si è a casa (e magari anche il VoIP), ma diporre di un cellulare quando si è in giro, sfruttando le sinergie che possono derivare dall'alleanza tra Telecom, leader nella telefonia fissa e Tim, il più grande operatore italiano nel mobile.
 
Di Matteo B. (del 27/10/2005 @ 08:45:29, in Prodotti, linkato 2140 volte)
La resina protettiva che riveste lo schermo del nuovissimo iPod Nano non è apprezzata dagli utenti, che lamentano graffi tali da renderne difficile l’utilizzo.
La Apple dal canto suo si è prodigata in soccorso di questi clienti poco soddisfatti, dichiarandosi disponibile alla sostituzione degli apparecchi difettosi.

Nonostante queste rassicurazioni gli utenti si sono riuniti in una class action, depositata presso la Corte californiana di San Jose. Oggetto del contendere sono i 25 dollari sborsati dagli utenti per inviare gli iPod difettosi alla casa madre per le riparazioni: l’accusa è che la Apple fosse preventivamente a conoscenza di questi difetti ma abbia deciso di lanciare lo stesso il prodotto sul mercato, costringendo i consumatori ad affrontare questo ulteriore costo. Gli utenti affermano quindi che ildifetto derivi dalla pellicola di plastica che ricopre lo schermo, che è meno resistente rispetto ai modelli precedenti.

La prima reazione della Apple è stata quella di negare questa circostanza, consigliando agli utenti l’acquisto di accessori idonei ridurre l’usura dello schermo, da qui la decisione di questi ultimi di ricorrere al giudice.

Brutta caduta di stile per la casa di Cupertino, che non ha saputogarantire una qualità adeguata al nuovo prodotto, peraltro presentato in pompa magna. Contrariamente ad altri meno quotati concorrenti infatti la Apple ha sempre riuscita fornire prodotti all’altezza delle aspettative.

Ma ulteriore passo falso è frutto della cattiva gestione della situazione:
un disservizio può anche succedere, ma il vero leader sa reagire prontamente non deludendo il proprio pubblico, specie quando fedele. In questo caso, forse per la prima volta, è mancata una reale capacità di reagire positivamente alla situazione, tranne quando è stata messa alle strette.

Che i recenti grossi successi abbiano cambiato le cose?

 
Di Eli (del 26/10/2005 @ 07:49:11, in Prodotti, linkato 1617 volte)
In America ma non solo stanno spopolando delle bambole che a vedersi non sono particolarmente carine. Ma gli stessi creatori ne devono essere consapevoli, visto che le hanno battezzate Ugly Dolls. Nate per caso dalla fantasie di David Horvath e Sun-Min Kim devono la loro commercializzazione al fiuto di un commerciante di Los Angeles che, non appena visto i primo prototipo, realizzato quasi per scherzo, ha deciso di ordinarne qualche decina.

Incoraggiata dall’inaspettato successo la coppia (ex studenti di una scuola di design) ha cominciato a sfornarne altre, fino a confezionarne un’intera famigliola. Presentate alla Fiera internazionale del giocattolo di New York hanno destato un grande interesse nei visitatori.

Oggi queste bambole vengono prodotte in Cina e vendute su internet ad un prezzo che va dai 20 ai 30 dollari, e sono richiestissime. Potenza del passaparola?
 
Di Eli (del 22/10/2005 @ 10:47:29, in Prodotti, linkato 1538 volte)
Partnership tra I-Play e International Sports Multimedia (ISM), licenziatario del Comitato Olimpico Internazionale per i software interattivi. I-play ha ottenuto la licenza ufficiale per pubblicare il gioco ‘mobile’ delle Olimpiadi Invernali di Torino 2006.

Uscirà a gennaio 2006, appena 1 mese prima dell’inizio dei prossimi Giochi Olimpici Invernali, e sarà il primo gioco per cellulari ad avere la licenza ufficiale del Comitato Olimpico Internazionale.

La collaborazione tra Humagade (sviluppatori) con l’ISM e il Comitato Organizzativo dei Giochi Olimpici Torino 2006 dovrebbe assicurare l’assoluto realismo del gioco e portare sui cellulari la stessa passione e l’eccitazione dei veri Giochi Olimpici Invernali 2006.
I giocatori di tutto il mondo protranno così mettere alla prova le proprie capacità nelle discipline olimpiche, tra cui Discesa Libera, Salto, Curling e Bob.
 
Di Alessandro Figus (del 14/10/2005 @ 23:23:47, in Prodotti, linkato 1559 volte)
Questa volta non è un film e non è neanche americana. E' una Volkswagen Touareg che è stata provata in un percorso extrastradale al Motorpark di Oschersleben. Il suo segno distintivo è che accelera, curva, cambia marcia e arriva a destinazione senza che qualcuno la guidi, o meglio, senza l' intervento di un pilota umano. Il conducente è il frutto dell'eccezionale livello di automazione raggiunto attraverso il coordinamento di sette schede madre Pentium M in rete, sensori radar che permettono di "vedere" la strada, il GPRS che assicura il raggiungimento del luogo desiderato ed un complesso software capace di generare i comandi di guida. Fa notizia anche perchè a vederla sembrerebbe una comunissima automobile e non una macchina così lontana dalla realtà.

La prova è stata superata a pieni voti lasciando intuire quali saranno gli scenari futuri. La tecnologia utilizzata non permette di sbagliare strada, di distrarsi, di superare i limiti di velocità.

Probabilmente le prime sostituzioni di piloti avverranno in ambito militare e chissà quando la diffusione riguarderà l'intero pubblico. Sarà un cambiamento radicale per molti aspetti; per quanto riguarda gli uomini impegnati al fronte ma anche per la sicurezza nelle strade e per l'opportunità di facilitare gli spostamenti a chi per motivi fisici non è in grado di poter guidare.



 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
Ci sono 7230 persone collegate

< giugno 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
         
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
Advertising (108)
Aziende (142)
Blog (11)
Brand (37)
Comarketing (2)
Comunicazione (9)
dBlog (1)
Digitale (34)
eCommerce (41)
Grande Distribuzione (7)
Internet (546)
Marketing (289)
Marketing Ambientale (3)
Marketing non convenzionale (62)
Media (102)
Mercati (82)
Mobile (210)
Permission Marketing (1)
Prodotti (95)
Pubblicità (32)
Pubblicità (88)
Retail (12)
Segnalazioni (45)
Social Networks (355)
Startup (1)
Strategie (59)
Tecnologie (75)
Trade Marketing (1)
Viral Marketing (40)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020

Gli interventi più cliccati

Titolo
Automobili (2)
Bianco e nero (1)
Comarketing (1)
Home (4)
Internet (4)
Prodotti (5)
Pubblicità (5)

Le fotografie più cliccate


Titolo

< /p>


Subscribe to my feed


Google
Reader or Homepage

Add to netvibes



Creative Commons License




03/06/2020 @ 19:56:21
script eseguito in 321 ms