\\ : Articolo : Stampa
eCommerce: cinque regole d’oro per vendere online
Di Altri Autori (del 30/08/2016 @ 07:35:18, in eCommerce, linkato 1935 volte)

Il 66% degli utenti sceglierebbe il suo eTailer in base alle modalità di consegna e alla facilità di consultazione del sito. Per il 76% è decisiva anche la policy contemplata per le restituzioni

Qual è il fattore determinante per lo sviluppo del business dell’eCommerce? Laconsegna senza intoppi. Stando infatti allo studio Differentiating Delivery: How to Win the eCommerce Battle, per i due terzi dei clienti l’affidabilità di consegna e la facilità di consultazione dei siti sono i due elementi che determinano la scelta dell’eTailer di riferimento. La ricerca, condotta da Accenture, prende in esame un campione di più di 1.100 aziende medio piccole, in dieci Paesi di cinque continenti.

LA CONSEGNA È TUTTO. È emerso che il 66% dei consumatori sceglie il fornitore in base allediverse modalità di consegna. Inoltre, prima di finalizzare l’acquisto, il 76% degli utenti visiona i termini della policy di restituzione del prodotto. A loro volta, per tutelarsi da imprevisti e ritardi nelle consegne, la maggioranza di aziende dell’eCommerce (76%) tende ad affidarsi a diverse aziende di trasporti e, nel 26% dei casi, ci si avvale addirittura di ben tre società differenti per la consegna dei prodotti. In molti non disdegnano i colossi come eBay e Amazon. In generale, l’86% delle aziende campione prevede investimenti nel 2017 per potenziare i propri canali di vendita on line.

LE 5 REGOLE D’ORO PER LE AZIENDE. Fare la differenza però non è semplice. Così, alla luce dei dati emersi, la ricerca indica le “cinque regole d’oro” da seguire per distinguersi sul mercato degli eTailer. La prima è investire sulla soddisfazione del cliente: la si può ottenere rendendo trasparente il tracking del prodotto e fornendo notifiche sui tempi e gli orari di consegna. In secondo luogo, servono procedure di restituzione del prodotto semplici e rapide. In terzo luogo, bisogna puntare sul prezzo: deve essere conveniente in rapporto ai volumi. Quarto: offrire una fornitura di servizi segmentati. Infine, è necessario “customizzare” l’offerta per le consegne di merci transfrontaliere nel segmento dell’eCommerce B2C, il cui valore è stimato sui 994 miliardi di dollari nel 2020.

Via Business People