\\ : Articolo : Stampa
Proximity marketing: in aumento la consapevolezza tra gli addetti ai lavori
Di Altri Autori (del 05/09/2016 @ 07:46:32, in Marketing, linkato 1615 volte)

Sono sempre di più i marketer che stanno approcciando la proximity technology, nel tentativo di meglio targettizzare i consumatori e raccogliere più informazioni sul comportamento dei clienti. A spiegarlo è una ricerca condotta a luglio 2016 da Unacast ripresa da eMarketer, per cui oltre il 50% delle aziende legate a industry come retail, turismo, viaggi e sport sta già utilizzando strumenti legati al marketing di prossimità.

214722

Beacon al top

Esistono diverse soluzioni tecnologiche per implementare piani di proximity marketing come ibeacon, il GPS o il geofencing. Stando a quanto indica l’analisi di Unacast, i provider tecnologici offrono per la gran parte beacon (94%), seguiti da GPS o geofencing (54%). L’indagine è relativa al secondo trimestre dell’anno.

214729

Beacon difficili da maneggiare

Se il grande sviluppo dei beacon tra i marketer è un fatto innegabile, ciò non significa che questi li sappiano utilizzare in modo efficace. A febbraio 2016, infatti,Retail Systems Research ha affrontato la questione con risultati non del tutto incoraggianti. Solo il 23% dei retailer americani che ha adottato i beacon in-store è soddisfatto mentre un altro 22% gli ha installati ma prevede cambiamenti. Con il 32% ancora non dotato di quella che promette di essere una delle più rilevanti tecnologie marketing.

via DailyOnline