\\ : Articolo : Stampa
Il Sole 24ORE assegna gli Oscar della Rete
Di Max Da Via' (del 20/12/2005 @ 06:52:37, in Internet, linkato 2270 volte)
Anche quest’anno sono stati assegnati da “Il Sole 24ORE” gli Oscar della Rete, un premio giunto all’ottava edizione che ha come scopo dare il giusto riconoscimento alle realtà più interessanti presenti sul web.

Il concorso si è articolato in diverse sezioni, curate da una giuria tecnica, mentre trasversalmente è stato premiato il sito più votato in assoluto dai navigatori: il solito Google, efficace e pluripremiato motore di ricerca.

Per quanto riguarda le altre categorie, il pubblico ha potuto votare una classifica di cinque finalisti, tra i quali la una giuria tecnica ha scelto i vincitori.

Ecco i premiati dell’edizione 2005.

- News e Informazioni: www.beppegrillo.it
- Tecnologia e Innovazione: www.punto-informatico.it
- Entertainment: www.105.net
- Commercio Elettronico: www.misterprice.it
- Istituzione, Pubblica Amministrazione e No Profit: www. trenitalia.com
- Finanza e Investimento, Banche e Assicurazioni: www.ingdirect.it
- Viaggi: www.turistipercaso.it
- Istruzione e Lavoro: www.wikipedia.org
- Home, Fashion e Lifestyle: www.glamour.com
- Imprese: www.enel.it
- Auto e Motori: www.moto.it
- Motori di ricerca, Portali e Community: www.virgilio.it

Premi per le categorie speciali:

- Education: www.wikipedia.org
- Broadband: www.105.net
- Migliore campagna di Comunicazione web: Voola con Global Italia
- Premio speciale del Sole 24ORE per il maggior traffico generato per il concorso: www.cartoline.net.


Classifica molto eterogenea e con poche sorprese, trattandosi prevalentemente di realtà consolidate. Le premiazioni lasciano però spazio a due brevi riflessioni:

1. Beppe Grillo continua a fare incetta di premi e riconoscimenti. Poche settimane fa il comico genovese è stato anche premiato dalla rivista Time come uno tra i trentasette eroi europei del 2005, mentre il suo sito è da mesi saldamente in testa alla classifica dei blog italiani più visitati. Pur comparendo poco nei media tradizionali (tv, radio e giornali in particolare) grazie alla propria instancabile attività sul web riesce comunque a far riflettere provocando con la consueta ironia, ritagliandosi un proprio spazio nell’affollato panorama mediatico.

2. Virgilio, anno dopo anno, rimane uno dei marchi più noti e amati dai navigatori italiani. Per questo motivo stupisce molti la decisione di Telecom Italia di sacrificarlo a favore della giovane e più strategica Alice, allo scopo di uniformare la presenza dei brand su internet. Per maggiori informazioni sull’argomento rimandiamo al post Il funerale di Virgilio. Ad ogni modo la transizione verso l’uniformità è già cominciata: se vi recate su Virgilio noterete che Alice ha già parzialmente sostituito i loghi e il nome sulla barra del browser. Largo ai giovani!