Immagine
  mymarketing.it: il marketing fresco di giornata... di Admin
 
"
Errare è umano, ma per incasinare davvero tutto è necessario un computer.

Arthur Bloch
"
 
\\ : Storico : Mobile (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Gli smartphone con gps a bordo ormai offrono possibilità incredibili in termini di precisione e la fruizione di servizi legati a questa tecnologia inizia ad essere nota e diffusa anche in Italia, come ho avuto modo di sperimentare con successo nel progetto che seguendo con Gruppo Coin su Foursquare.

Il completamento del titolo è: geolocalizzazione!

Sono convinto che il futuro di Internet stia nella navigazione in mobilità e ne ho scrittogià in tempi non sospetti 2 anni fa, sottolineando come iPhone e gli altri smartphone avrebbero scosso il mercato.

Molte fonti oggi rafforzano questa mia impressione:  ad esempio gli analisti di Gartnerprevedono che, entro il 2013, sarà lo smartphone il device più utilizzato del pianeta per l’accesso al Web mentre Vittorio Colao di Vodafone definisce “Internet mobile sempre più centrale per il business“.

Un driver importante di crescita poi, oltre alla diffusione degli smartphone, è sicuramente la penetrazione dei social network e del social web in genere, dato che questa tipologia di siti e servizi è particolarmente adatta all’uso in mobilità. Un tema ormai cruciale al punto da creare inedite alleanze come quella tra Nokia e Yahoo!.

Il valore di questa evoluzione però non può essere secondo me compreso fino in fondo senza considerare appunto la geolocalizzazione, di cui ho già parlato e che mi appare sempre più una straordinaria opportunità.

Spingersi avanti diventa poi semplice e il trend secondo me si avvicina sempre più al traguardo della realtà aumentata e sociale, con applicazioni come Layar o TagWhat, oltre che allo shopping online su cellulare contestuale e guidato dai pareri degli amici.

In tutto questo mi resta sempre qualche dubbio sulla mancanza di uno standard comune sulle applicazioni per smartphone, che alla lunga potrebbe limitare lo sviluppo di questo mondo per motivi di convenienza economica o di divergenze di vario genere (si pensi a Apple e Adobi sul Flash per iPhone/iPad).

Ma questa è un’altra storia, mentre da noi in Italia le aziende sono ancora molto timide già solo per approcciare i social media nel web vissuto da pc…

Si potrebbe scrivere un trattato su questo mondo ma ora lascio a voi la parola per commenti e impressioni.

Gianluigi Zarantonello via Internet Manager Blog

 
Di Altri Autori (del 09/08/2010 @ 07:22:40, in Mobile, linkato 2292 volte)

Duecentomila telefoni cellulari con sistema operativo Android vengono attivati ogni giorno. Questo il numero più significativo per spiegare il crescente successo del software sviluppato da Google, che sta conquistando un fetta sempre più cospicua del mercato degli smartphone.

A fine marzo, Android era il quarto sistema più utilizzato dai cellulari di ultima generazione. Davanti a lui Symbian, Blackberry Rim e iOS di Apple, su cui si basa iPhone. Entro l’autunno, il programma open source di Google dovrebbe scalzare parte della concorrenza, issandosi in seconda piazza.

Una crescita sensazionale nel breve periodo, considerando che a febbraio la casa di Mountain View dichiarava une media di 60mila cellulari Android venduti al giorno.

Via Quo Media

 
Di Altri Autori (del 05/08/2010 @ 07:04:41, in Mobile, linkato 1890 volte)

Il New York Times si ispira a Apple: entro l'anno aprirà una piattaforma per progettare applicazioni software mirata ai gruppi editoriali che vogliono sbarcare su iPad e iPhone. Ha già scelto un nome, sarà Press Engine. In questo modo il quotidiano newyorkese offre la sua consulenza nel passaggio dalla carta all'accesso in mobilità delle notizie, attraverso gli schermi touch di tablet e smartphone. Il giornale guidato da Bill Keller è il più letto sul web negli Stati Uniti: da tempo è all'avanguardia nello sviluppo tecnologico e di design per le testate.

 Adesso offre le sue competenze sul mercato. E mira a costruire un modello di business simile a Apple. Gli editori riceveranno gli incassi derivanti dalla pubblicità e dalla distribuzione delle copie digitali. Ma dovranno pagare al New York Times una licenza d'ingresso e una tariffa mensile. Nel suo negozio di applicazioni, invece, l'azienda di Cupertino lascia il 70% dei ricavi agli sviluppatori software e trattiene il 30%.

Le prime testate si sono già fatte avanti per accedere alla miniera di conoscenze racchiuse in Press Engine: a partecipare saranno il Daily Telegraph e tre giornali appartenenti al gruppo A.H. Belo ("Dallas Morning News", "Providence Journal" e "Press-Enterprise"). Potranno accedere all'esperienza maturata dal quotidiano per costruire una versione in grado di rispondere alle esigenze dei lettori, a partire dalle funzioni più semplici, come l'archivio degli articoli e la condivisione dei testi più rilevanti. L'edicola digitale di iPad può già vantare alcuni successi: negli Stati Uniti sono state scaricate sul tablet di Apple 250mila copie del "Financial Times": l'effetto diretto, secondo il gruppo Pearson che pubblica il quotidiano finanziario, è stato un incremento degli abbonamenti alla versione digitale del 10%. I lettori trascorrono circa 25 minuti a sfogliare con il display touch le pagine della testata inglese.

di Luca Dello Iacovo su ILSOLE24ORE.COM

 
Di Altri Autori (del 02/08/2010 @ 09:18:32, in Mobile, linkato 1537 volte)

Il popolo della rete non va in vacanza. O meglio, anche in vacanza non si separa dai suoi dispositivi sempre connessi. E' quanto emerge dalle rilevazioni di Audiweb relative al mese di giugno, secondo le quali la porzione di cittadini dello Stivale impegnata nella navigazione è cresciuta a 23,78 milioni. Rispetto allo scorso anno la cifra è in crescita del 12%.

Gli utenti attivi nel giorno medio sono stati 11,73 milioni con 1 ora e 31 minuti di tempo speso online e 168 pagine viste per persona. Sempre stando all'indagine Audiweb, 32,5 milioni di italiani fra gli 11 e i 74 anni hanno accesso a internet (con un incremento pari al 10,4% su base annua), e quasi 30 milioni possono collegarsi dal computer di casa. 8,9 milioni di italiani possono farlo dall'ufficio e 3 milioni dal luogo di studio. Solo 1,9 milioni navigano da internet point e biblioteche comunali. L'accesso tramite telefono cellulare è stato effettuato da 4,7 milioni di utenti, dato in rialzo del 30,3%.

Le famiglie che dispongono di un collegamento alla rete sono 11,8 milioni (+16,9% rispetto a giugno 2009) e di queste, 8,4 milioni hanno una connessione alta velocità di Adsl o fibra ottica.

Via Quo Media

 
Di Altri Autori (del 22/07/2010 @ 07:08:51, in Mobile, linkato 2062 volte)

bbiamo detto più volte che l’antagonista più forte di Apple e del suo App Store è il sistema operativo made in Google, Android, e il suo negozio virtuale, Android Market.

Ebbene se Apple viaggia a gonfie vele, sono oltre 200mila le applicazioni a disposizione in App Store, Android è poco da meno dato che ha raggiunto in Luglio le 100mila applicazioni presenti nel suo store da cui attingono milioni di utenti in tutto il mondo, che, peraltro, sono in rapido aumento quotidianamente.

Centomila programmi da scaricare che lo sono già stati oltre un miliardo di volte dagli utenti col robottino. Sono state ben 14mila le nuove applicazioni introdotte a Maggio, 15mila a Giugno e nel mese di Luglio siamo già arrivati a quota 12mila.

Del totale delle applicazioni disponibili, si sa, oltre il 60% sono gratuite. Coninua la rincorsa di Android ad Apple e, a questo ritmo, il sorpasso potrebbe avvenire, come stimato, addirittura entro l’anno.

Via Cellulari ad Hoc

 
Di Altri Autori (del 15/06/2010 @ 07:28:36, in Mobile, linkato 1747 volte)

In occasione della presentazione ufficiale della piattaforma iAd, avvenuta contestualmente al lancio del nuovo iPhone, Steve Jobs ha annunciato con orgoglio di aver già venduto sponsorizzazioni destinate alle applicazioni per un valore complessivo di 60 milioni di dollari. Questa affermazione e tutto ciò che che ne consegue potrebbero costare alla Apple un'indagine dell'antitrust statunitense, su imbeccata di Google.

Il colosso dei motori di ricerca, che ha di recente acquistato AdMob per sbarcare nel settore della pubblicità mobile, ha puntato il dito contro le nuove regole inserite da Apple che rendono difficile la realizzazione di pubblicità mirata sulle applicazioni destinate a iPhone e iPad. "Questi paletti rischiano di eliminare le entrate che sostengono decine di migliaia di sviluppatori - ha protestato Google sul blog ufficiale del network AdMob - E visto che la pubblicità finanzia un enorme numero di applicazioni gratuite o low-cost, si colpiscono anche i consumatori".

Via Quo Media

 
Di Altri Autori (del 26/05/2010 @ 07:27:05, in Mobile, linkato 2078 volte)

Si fa sempre più serio lo scontro per il dominio nel mercato della pubblicità su dispositivi mobili. Google ha ricevuto il beneplacito della Federal Trade Commission per l’acquisizione della concessionaria AdMob.

L’affare, del valore di 750 milioni di dollari, consente a Mountain View di contrastare la rivale Apple, prima interessata a AdMob e ora in procinto di inglobare Quattro Wireless, con una spesa di 250 milioni di dollari.

Via Quo Media

 
Di Altri Autori (del 12/05/2010 @ 07:04:16, in Mobile, linkato 1975 volte)

Gli smartphone dotati di sistema operativo Android stanno invadendo gli Stati Uniti e nel primo trimestre 2010 hanno superato per diffusione gli iPhone di Apple. Il dato è contenuto nel rapporto di Npd, che evidenzia come la leadership dei sistemi operativi mobili sia saldamente nelle mani di Rim (36% del mercato).

I cellulari intelligenti con la piattaforma open di Google sono saliti al 28%, scalzando dalla seconda posizione i melafonini con iPhone Os (21%).

L’istituto di ricerca ha individuato nella promozione televisiva e nel numero maggiore di operatori e dispositivi che supportano Android le ragioni dell’importante sorpasso. Potrebbe rimescolare le carte l’uscita del nuovo iPhone, prevista per il mese di giugno. Google risponderà nei prossimi mesi con la release 2.2 del suo sistema operativo.


Non stanno ovviamente a guardare gli altri competitior, - Windows Mobile 7 (Microsoft), Bada (Samsung), Symbian^3, BlackBerry Os 6 (Rim), Meego (Nokia) - mentre Hp si attrezza con il suo nuovo WebOs per entrare ufficialmente in gioco.

Via Quo Media

 
Di Altri Autori (del 28/04/2010 @ 07:14:36, in Mobile, linkato 1806 volte)

La pubblicità britannica via dispositivi mobili è cresciuta del 32% nel corso del 2009, per un giro d’affari di quasi 38 milioni di sterline.

Si legge nel secondo rapporto annuale stilato da Internet Bureau Advertising e da Pricewaterhouse Cooper’s, a guidare il settore sono spot e banner legati alla categoria media e spettacoli (che hanno catalizzato il 61,5% degli investimenti), seguiti a distanza dai marchi di telefonia (con il 14,7%).

Via Quo Media

 
Di Altri Autori (del 13/04/2010 @ 07:27:07, in Mobile, linkato 1647 volte)

Per il microblog Twitter è giunto il momento di cambiare marcia e aggredire il settore che più adatta alle sue peculiarità: il mobile. Il social network da 140 caratteri ha acquistato Atebis, società produttrice dell'applicazione per iPhone Twittie. Il programma è uno dei tanti che permette ai possessori del melafonino di aggiornare la pagina di Twitter mediante il dispositivo mobile. Rilevando la società, il social network entra ufficialmente in possesso dell'applicazione, con tutto ciò che ne consegue: modalità di fruizione, eventuali sponsorizzazioni, ecc.

La prima mossa per Twitter for iPhone, questo il nuovo nome dell'app, è quello di renderla gratuita e di eliminare così il cartellino precedente da 2,99 dollari. L'obiettivo è quello di rosicchiare utenti a Facebook laddove la correlazione fra sms e twett può fare la differenza.

“Stiamo lavorando sodo per migliorare il nostro prodotto, aggiungere nuove funzionalità, operare acquisizioni quando è nel migliore interesse dell'intero ecosistema”, ha affermato il responsabile di Twitter Ryan Sarver.

L'attacco al mobile passa anche per Blackerry e per il rilascio dell'applicazione dedicata agli smartphone di Research in Motion, rilasciata in questi giorni.

Via Quo Media

 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21
Ci sono 218 persone collegate

< aprile 2024 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
         
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
Advertising (109)
Aziende (142)
Blog (11)
Brand (39)
Comarketing (2)
Comunicazione (9)
dBlog (1)
Digitale (36)
eCommerce (45)
Grande Distribuzione (7)
Internet (550)
Marketing (305)
Marketing Ambientale (3)
Marketing non convenzionale (62)
Media (102)
Mercati (84)
Mobile (210)
Permission Marketing (1)
Prodotti (95)
Pubblicità (32)
Pubblicità (88)
Retail (12)
Segnalazioni (45)
Social Networks (379)
Startup (1)
Strategie (59)
Tecnologie (77)
Trade Marketing (1)
Viral Marketing (40)
Web 3.0 (5)

Catalogati per mese:
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020
Novembre 2020
Dicembre 2020
Gennaio 2021
Febbraio 2021
Marzo 2021
Aprile 2021
Maggio 2021
Giugno 2021
Luglio 2021
Agosto 2021
Settembre 2021
Ottobre 2021
Novembre 2021
Dicembre 2021
Gennaio 2022
Febbraio 2022
Marzo 2022
Aprile 2022
Maggio 2022
Giugno 2022
Luglio 2022
Agosto 2022
Settembre 2022
Ottobre 2022
Novembre 2022
Dicembre 2022
Gennaio 2023
Febbraio 2023
Marzo 2023
Aprile 2023
Maggio 2023
Giugno 2023
Luglio 2023
Agosto 2023
Settembre 2023
Ottobre 2023
Novembre 2023
Dicembre 2023
Gennaio 2024
Febbraio 2024
Marzo 2024
Aprile 2024

Gli interventi più cliccati

Titolo
Automobili (2)
Bianco e nero (1)
Comarketing (1)
Home (4)
Internet (4)
Prodotti (5)
Pubblicità (5)

Le fotografie più cliccate


Titolo

< /p>


Subscribe to my feed


Google
Reader or Homepage

Add to netvibes



Creative Commons License




24/04/2024 @ 17:52:39
script eseguito in 362 ms